genova, 12 gennaio 2020

 

Incontro interlocutorio questa mattina, a margine della prima parte della seduta del Consiglio regionale, in merito alla vicenda del bando per gli operatori sociosanitari dell’Asl 5. I consiglieri regionali hanno incontrato i sindacati alla presenza dell’assessore Gianni Berrino e del neo commissario straordinario di Alisa Francesco Quaglia. “Abbiamo concordato – spiega il consigliere del Partito Democratico Davide Natale – di rinviare la discussione a lunedì, in occasione della seduta della Commissione Sanità. Entro quella data, viste anche le recenti nomine ai vertici di Alisa e dall’Azienda sanitaria spezzina, faremo il punto della situazione con i nuovi dirigenti, che riveleranno il reale fabbisogno di personale dell’Asl 5. Già oggi il commissario Quaglia ha anticipato che i 159 posti da oss messi recentemente a bando per l’Azienda sanitaria spezzina non saranno sufficienti e quindi sono previste altre assunzioni. Ma ciò che ci aspettiamo lunedì è una panoramica a 360 gradi sulle necessità di nuovo personale sanitario per l’Asl 5. Non solo oss, quindi, ma anche medici e infermieri”.

Nell’incontro di oggi sono emerse anche alcune novità rispetto al già citato bando per gli operatori sociosanitari. “Quaglia – conclude il capogruppo del PD Luca Garibaldi – si è dichiarato disponibile ad approfondire le questioni che gli sono state poste, accogliendo alcune nostre sollecitazione, come l’aggiunta, al bando per i 159 oss, di una premialità per coloro che hanno maturato un’esperienza all’interno delle strutture pubbliche. L’Asl 5 è l’unica azienda sanitaria ligure in cui i servizi oss erano stati esternalizzati dal centrodestra a inizio anni Duemila”