Genova, 30 dicembre 2020

L’assessore Benveduti è sempre pronto a dare la colpa agli altri, anche per i propri errori. L’elenco delle 6300 piccole imprese liguri che potrebbero accedere ai ristori regionali era sbagliato. Tra le righe – e dopo aver attaccato il Governo – lo ammette anche lui, tant’è la Regione aggiornerà quella lista. Tra l’altro, se quelle risorse sono oggi disponibili è perché il Governo le ha messe a disposizione. Le Regioni devono soltanto distribuirle al meglio sul territorio. Almeno facessero bene il loro mestiere. Invece Benveduti oltre a fingere che quei soldi siano della Regione, esclude da questo pacchetto di aiuti gli operatori culturali, i circoli ricreativi – che spesso rappresentano l’unico spazio aggregativo di un paese o di un quartiere – e i distributori self 24. Nella sua risposta l’assessore non li nomina neppure, nonostante le promesse delle scorse settimane.

Gruppo PD in Regione Liguria.

Il PD Liguria dice no al fascismo e no all’intolleranza e aderisce alla manifestazione di sabato 9 dicembre a Como.
Saremo in tanti per difendere i valori della nostra democrazia, perché di fronte a razzismo e xenofobia non bisogna mai abbassare la guardia.