Genova , 8 agosto 2020

Bene la proroga di ulteriori dodici mesi dello stato di emergenza dovuto al crollo del ponte Morandi, decisa dal Consiglio dei Ministri. Ringraziamo per questo il Governo nazionale. Adesso chiederemo ai nostri parlamentari di attivarsi, come hanno più volte fatto in passato con successo, per assicurare attraverso la proroga dei contratti le condizioni per la stabilizzazione dei 300 lavoratori assunti col Decreto Genova nella pubblica amministrazione. Chiederemo inoltre di attivare la proroga fino almeno al 31 dicembre 2020 dei servizi integrativi per il trasporto pubblico locale su gomma, anch’essi attivati grazie al Decreto Genova e prorogati fino al giugno scorso attraverso il Decreto Milleproroghe. Toti si occupi di spendere i 13 milioni di euro ancora inutilizzati a sua disposizione in qualità di commissario, anziché prendersela con il Governo. Non si capisce perché non abbia speso neppure un euro dei 6 milioni ricompresi nei 13 di cui sopra destinati dal Decreto Milleproroghe all’area di crisi non complessa della Valpolcevera, né perché non proceda con i bandi per l’una tantum da 15 mila euro per il lavoro autonomo, ricomprendendo anche le Srl, cosa che già avrebbe dovuto fare anziché dedicarsi a passerelle e attacchi strumentali.

Gruppo Pd Regione Liguria