Genova, 4 marzo 2020

Alla luce delle dichiarazioni di Spinelli, che ha deciso di annullare la disdetta dei 120 posti dedicati agli autotrasportatori nella sua area di Campi, il sindaco Bucci ritiri la delibera sull’autoparco di Cornigliano. Il primo cittadino – che a dispetto di quanto sta accadendo, è intenzionato ad andare avanti sulla propria strada – si è già coperto di ridicolo a sufficienza.

Bucci si rassegni: al di fuori dei suoi compiti commissariali esiste una realtà fatta di regole, norme e leggi che un sindaco deve rispettare, se vuole rimanere nel solco della legalità. Esprimiamo solidarietà alla presidente della Società per Cornigliano che si è dimessa per non compiere un atto illegittimo.

È evidente che adesso l’unico intervento da mettere in atto è trovare una soluzione temporanea per gli stalli che resterebbero fuori da Campi e poi lavorare affinché lo spazio che, da sempre, è stato concepito per ospitare l’autoparco genovese e per il quale l’Autorità di sistema portuale ha messo da tempo a bilancio 70 milioni di euro diventi finalmente il parcheggio dei mezzi pesanti della città.

I consiglieri regionali del PD ligure Giovanni Lunardon e Pippo Rossetti.