Genova, 6 febbraio 2020

Grazie alla richiesta fatta dai gruppi consiliari di Linea Condivisa e del Partito Democratico oggi la II Commissione Sanità ha audito il direttore generale del San Martino, professor Ucci e i massimi vertici del Policlinico per valutare lo stato di avanzamento della ripresa del Centro trapianti di fegato.

Un’istanza nata anche sulla scorta degli eccellenti risultati ottenuti dal professor Enzo Andorno e dalla sua equipe che, negli ultimi 4 anni, hanno operato con successo circa 150 pazienti, in sinergia con le altre divisioni ospedaliere e universitarie.

Prendiamo atto che il direttore generale Ucci, questo pomeriggio, si è impegnato a fornire, prima della fine di questo ciclo amministrativo, la data di apertura del Centro trapianti del San Martino: una notizia importante e una vittoria dei gruppi di Linea Condivisa e del Pd che, durante questi 5 anni, hanno prima evitato la chiusura del reparto di chirurgia Epatobiliopancreatica e poi sono riusciti, insieme al resto dell’opposizione e grazie alla collaborazione di alcuni consiglieri di maggioranza, a far maturare l’idea che fosse necessario che il San Martino riprendesse l’attività trapiantologica che era ed è un’eccellenza del nosocomio.

Pur guardando positivamente all’impegno preso oggi dal direttore generale Ucci, vigileremo affinché vengano rispettate le tempistiche annunciate nel corso della Commissione odierna. I pazienti liguri hanno bisogno di questa struttura.

Il consigliere regionale del PD ligure Pippo Rossetti.

Il capogruppo di Linea Condivisa Gianni Pastorino.