Genova, 10 gennaio 2020

La Giunta regionale intervenga sul caso dei lavoratori della Secureway (ex cooperativa Sanguglielmo) che si occupano di segnaletica, presidio e rimozione dei cantieri in autostrada e che, da mesi, sono senza stipendio (tanto che gli stessi cantieri sono da tempo fermi). I sindacati (Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti) chiedono un incontro urgente con le istituzioni locali a cui partecipino anche Autostrade per l’Italia, Pavimental, Itinera, S.A.L.T., Viagest, Lincoop, Segnaletica per l’Italia, Secureway e Sanguglielmo. Obiettivo del tavolo sarà anche fare luce su quanto denunciano Cgil, Cisl e Uil e cioè che, “in totale silenzio e senza alcun rispetto delle clausole sociali”, due nuove società – Lincoop e Segnaletica per l’Italia – stanno effettuando a propria discrezione e senza procedura sindacale alcune assunzioni di lavoratori ex dipendenti Securaway/Sanguglielmo. La Regione, come chiariscono le stesse rappresentanze sindacali, può esercitare un ruolo fondamentale in questa vertenza. Il governatore Toti, pertanto, si assuma le proprie responsabilità e incontri al più presto i rappresentanti dei lavoratori. Dopo questo tavolo ci auguriamo che venga convocata anche un riunione capigruppo richiesta dai sindacati. Come Pd riteniamo indispensabile che la Regione chieda al Prefetto di ricevere i sindacati rappresentanti dei lavoratori e tutti gli attori della vertenza, per il carattere di urgenza che la stessa ha in termini occupazionali e per la sicurezza di chi viaggia, non essendo a oggi eseguita la rimozione della segnaletica. Per quanto ci riguarda abbiamo già provveduto a segnale il caso al Mit, perché anche da questo versante venga esercitato il ruolo di controllo.

 

I consiglieri regionali del Pd ligure Giovanni Lunardon e Pippo Rossetti.