Genova, 28 ottobre 2019

L’assessore Benvenduti punta il dito contro il Governo per non aver invitato la Regione all’odierno tavolo romano sul futuro di Funivie Spa e si lamenta del ritardo con il quale l’Esecutivo ha affrontato questa vertenza. Ma forse è del suo Governo che parla – quello precedente a questo – visto che l’attuale ministro De Micheli è in carico da un mese e ha già convocato i sindacati di Funivie. Invece Edoardo Rixi della Lega, che è stato sottosegretario ai Trasporti fino a poco tempo fa, non ha mai mosso un dito rispetto a questa vicenda. E il medesimo atteggiamento lo hanno avuto anche la Giunta ligure e, nello specifico, lo stesso Benvenduti,  che non si sono mai curati di questa vicenda.
Nell’incontro di oggi al Ministero, fortemente voluto da lavoratori, sindacati e Pd, è emersa una grande preoccupazione non solo per il futuro di Funivie, ma per tutto il comparto delle Rinfuse savonesi e quindi anche per Alti Fondali e Italiana Coke. La Regione non ha mai accolto le richieste di confronto avanzate dai sindacati per portare l’azienda e il Ministero stesso a un confronto di merito. E oggi ci troviamo di fronte a una vertenza complicata, che riguarda 600 lavoratori e di questo siamo fortemente preoccupati. Insieme al Governo faremo di tutto per salvare i posti di lavoro, l’ambiente e questo importante segmento dell’economia savonese.

I consiglieri regionali del Pd ligure Giovanni Lunardon e Mauro Righello.