Stop alla proroga della sospensione dei tributi per danneggiati dal ponte Morandi, Pandolfo: “Nuova presa in giro del Governo”

Quante volte ancora i cittadini genovesi, soprattutto quelli maggiormente colpiti dal crollo del ponte Morandi, dovranno sentirsi presi in giro dal governo Lega-Cinque Stelle?
È accaduto ancora ieri, quando la proroga della sospensione dei tributi per aziende e cittadini coinvolti dalla tragedia dello scorso 14 agosto, non si è nuovamente concretizzata.
La collezione di brutte figure della maggioranza giallo-verde, da quest’estate ad oggi, continua e dimostra non solo la totale inadeguatezza dell’esecutivo nazionale, ma anche la mancanza di rispetto e considerazione nei confronti della nostra città e di un dramma di portata nazionale.
Adesso, se fossimo di fronte a un governo serio ed autorevole, ci aspetteremmo le scuse a Genova, ma soprattutto la rapida soluzione del problema. Senza proclami, promesse inutili e tentennamenti.
Serve una risposta concreta, sul piano delle risorse e degli strumenti da mettere in atto. E servono tempi certi, quelli a cui i cittadini sono chiamati per il pagamento dei tributi. Tributi che ora occorre sospendere. Le rassicurazioni e gli inviti a stare sereni e tranquilli che il ministro Toninelli sta dispensando in queste ore non servono a nulla, se non a farci sentire, con questo ennesimo rinvio, ancora presi in giro.

Alberto Pandolfo, segretario Pd Genova

2019-01-30T17:53:12+00:00 30 Gennaio 2019|Economia e lavoro, Home, Industria, News, Ponte Morandi|