Rossetti: invece di occuparsi dell’Aereo di Stato preso da Conte Lega e 5 stelle dicano quali provvedimenti intendano adottare di fronte alla decisione della BCE di non acquistare più titoli di Stato. Ne va del futuro delle famiglie italiane”

Genova, 8 Giugno 2018

La Bce ha confermato la decisione, in atto già da qualche mese, di ridurre progressivamente l’acquisto dei titoli di Stato fino a concludere definitivamente, al massimo all’inizio del prossimo anno, il cosiddetto “piano Draghi2. Quindi per un Paese come il nostro, con un debito pubblico enorme, si preannunciano tempi difficili. In pratica aumenteranno prima i tassi di interesse statali e poi quelli delle famiglie, con ripercussioni su inflazione e mutui.

Pertanto mi piacerebbe sapere quali misure intenda adottare in proposito il governo giallo-verde, visto che si tratta di una questione imminente e con potenziali conseguenze molto negative per i cittadini italiani. Invece di preoccuparsi di giustificare il fatto che il premier Conte abbia utilizzato un aereo di Stato per andare al G7 in Canada (e ci mancherebbe altro!) – precisando persino che non si tratta del cosiddetto aereo di Renzi, ma di un altro Airbus che però consuma di più (tanto per dire del cortocircuito a cui approda certa propaganda) – sarebbe interessante che Lega e 5 Stelle ci rivelassero quali interventi adotteranno, sotto il profilo della spesa pubblica e della finanza, per consentire all’Italia di non trovarsi impreparata quando il “piano Draghi” arriverà alla sua conclusione.

Pippo Rossetti, consigliere regionale del Pd.

2018-06-12T15:06:30+00:00 12 giugno 2018|Comunicati stampa|